Bankitalia, Visco: ‘Più poveri se facessimo dell’Ue un avversario’ – Economia


“Saremmo stati più poveri senza l’Europa, lo diventeremmo se dovessimo farne un avversario”. Lo afferma il Governatore Ignazio Visco a conclusione delle Considerazioni finali aggiungendo che “addossare all’Europa le colpe del nostro disagio è un errore; non porta alcun vantaggio e distrae dai problemi reali”. “Quelli che sono talvolta percepiti come costi dell’appartenenza all’euro sono in realtà – avverte Visco – il frutto del ritardo con cui il Paese ha reagito al cambiamento tecnologico e all’apertura dei mercati. Quasi tutti gli altri paesi hanno fatto meglio di noi”.

Le Considerazioni Finali del Governatore – Segui LA DIRETTA 

“Serve uno sforzo corale, la partecipazione di tutti, lungo una direzione di marcia che la politica deve indicare con chiarezza”: Così Visco parlando delle prospettive italiane e citando un bilancio pubblico più orientato “verso misure a sostegno del lavoro e dell’attività produttiva”, una “strategia rigorosa e credibile” di riduzione del debito” e “riforme strutturali di ampio respiro”. Le imprese invece dovranno “cogliere le occasioni che offrono il mercato e la tecnologia”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA