Borsa: Europa in rosso, Milano -1,2% – Economia


(ANSA) – MILANO, 29 MAG – La nuova minaccia cinese di
utilizzare i metalli rari come leva nella guerra con gli Usa sui
dazi e nella vicenda Huawei mette sotto torchio i listini
europei, con i futures su Wall Street in rosso. Contrastanti i
dati macroeconomici di Francia (Pil +1,2%) e Germania (+60mila
disoccupati in maggio), mentre la fiducia manifatturiera
italiana è cresciuta più delle stime a 102 punti. In arrivo
dagli Usa le richieste di mutui e l’indice manifatturiero della
Fed di Richmond, previsto in rialzo. Milano (-1,24% a 20.008
punti) fa meglio di Parigi (-1,41%) e Madrid (-1,32%), ma non di
Francoforte (-1%) e Londra (-0,96%). Sotto pressione i
tecnologici Ams (-5%), Siltronic (-4%), Asml (-2%), Stm (-1,8%)
e Infineon (-1,68%), mentre il calo del greggio (Wti -1,25%)
frena Shell (-1,22%), Saipem (-1,32%) ed Eni (-1,44%). Lo spread
stabile a 285 punti penalizza Intesa (-1,56%), Banco Bpm (-1,2%)
e Unicredit (-1,1%), ma crolla Bnp (-8,4%) a Parigi. Contrastate
Fca (-0,72%) e Renault (+0,51%), unico rialzo del settore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA