Cgia: ritardi pagamenti Inps,Inail, ministeri fino a 2 mesi – Economia


(ANSA) – VENEZIA, 25 MAG – L’Inps e l’Inail pagano le imprese
in ritardo e lo fa anche meta’ dei ministeri. E’ quanto sostiene
l’Ufficio studi della Cgia che ha estrapolato i dati relativi
agli Indicatori di Tempestività dei Pagamenti (Itp) e
l’ammontare dei debiti commerciali delle principali
Amministrazioni pubbliche presenti in Italia. Lo studio mette in
evidenza i ritardatari ed anche qualche esempio virtuoso, come
quello dell’Anac, l’Autorità anticorruzione, che nel 2018 ha
pagato i suoi debiti con un anticipo medio di 13 giorni.
   
In dettaglio nel 2018 l’Inps ha registrato un Itp pari a
+10,13, saldando quindi i conti con i fornitori con più di 10
giorni medi di ritardo rispetto alle disposizioni previste dalla
legge. L’istituto al 31 dicembre 2018, aveva un debito
commerciale complessivo nei confronti dei fornitori di 157,2
milioni di euro. Per quanto riguarda l’Inail l’Itp riferito al
IV trimestre 2018 è stato pari a +54,45: in pratica l’istituto
in questo trimestre ha saldato i propri fornitori con quasi 2
mesi di ritardo. Quasi la metà dei ministeri, dice poi lo
studio, ha un valore medio dell’ Itp ‘clamorosamente elevato’.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA