Enerbrain ha chiuso un round di finanziamento da 2 milioni di euro


Enerbrain, startup torinese che ha sviluppato soluzioni energy saving per i grandi edifici non residenziali, ha chiuso un
round di finanziamento da 2 milioni di euro. A sottoscrivere l’aumento di capitale un gruppo di investitori composto da Controlli,
Iren, GELLIFY e Boost Heroes. L’obiettivo del round – si legge nella nota – è quello di supportare l’internazionalizzazione
di Enerbrain e lo sviluppo di nuovi brevetti per l’efficienza energetica.

Chi sono. Nata nel 2015 all’interno dell’incubatore imprese innovative del Politecnico di Torino e supportata inizialmente dalla Fondazione
Sviluppo e Crescita CRT, Enerbrain è impegnata in un processo di rapida espansione che affianca l’apertura di nuove sedi in
tutto il mondo (in Giappone a metà 2018, Spagna e Medio Oriente nel primo semestre del 2019) a un focus crescente sulle tecnologie
per le smart city. Nel mese di febbraio l’azienda ha ufficializzato un nuovo progetto per Iren che ha visto l’installazione
del suo sistema di retrofit energetico in 89 edifici del Comune di Torino. Sono bastate 4 settimane per trasformare vecchi
fabbricati in smart building, ottenendo un taglio della CO2 immessa nell’ambiente di circa 1.400 tonnellate annue e un risparmio
di energia di circa 6.700 Megawattora.

Enerbrain

Gli ultimi premi. Dopo la vittoria della prima edizione degli Iren Startup Award nel 2017 e della call Innova con CRT nello stesso anno, l’azienda
ha conquistato il primo posto nella categoria Digital Industry a EIT Digital Challenge, il concorso europeo per le migliori
startup ad alta tecnologia.
Il 12 Aprile 2019 Enerbrain è stata proclamata vincitrice della seconda edizione del programma di accelerazione B Heroes ed
ha avviato la fast track del programma di gellificazione di GELLIFY.

© Riproduzione riservata



Source link